Come conservare del tonno fresco appena pescato? Tranquilli, noi di ExtraSicily, che di pesce fresco ce ne intendiamo, vi diamo qualche consiglio su come conservare a lungo dell’ottimo tonno.
Tagliate il tonno a grosse trance, spesse almeno 5 cm. In un recipiente mettere uno strato di sale, quindi le fette di tonno coperte di sale, e fate riposare 6 ore. Trascorse le 6 ore aggiungere dell’acqua salata (1/2 Kg. di sale con 1 litro di acqua) e colmare il recipiente fino a ricoprire tutto il tonno. Far riposare altre 6 ore. In un tegame mettere acqua salata (stavolta nelle proporzioni di 1 Kg di sale e di 5 di acqua) e portarla a bollore. Scrostare dalle trance di tonno il sale raggrumatosi e immergetele nell’acqua bollente. Ripreso il bollore abbassare al minimo la fiamma e fate cuocere per 60 minuti. Delicatamente prelevare le trance, ponetele su una griglia (in modo che l’aria circoli anche sotto) e mettetele ad asciugare al sole caldo per 2 giorni, avendo cura di girare la griglia un giorno da un lato ed un giorno d’altro.
Spezzare il tonno, eliminando la pelle ed eventuali cartilagini, e sistemate i pezzi in un vaso di vetro, annegandoli in olio EVO siciliano.
Lo so, sembra tutto un po’ complicato e soprattutto ci vuole un po’ di tempo per conservare a regola d’arte del tonno… ma tranquilli, nella nostra selezione di pesce siciliano puoi trovare dell’ottimo tonno all’olio d’oliva, preparato e conservato da una famiglia che fa questo mestiere da 3 generazioni.